Siti Internet Immobiliari

sito internet agenzie immobiliari

OK,
siamo nell’era degli iGlass di Google, le App per smartphone e tablet… ma in realtà dobbiamo ancora capire perché è importante avere un sito per ogni singola attività del pianeta.
Non fanno eccezione
agenzie immobiliari o imprese di costruzioni.

Con un sito tuo poni la prima base fondamentale per mettere te stesso al centro del processo!

Perché l’aggettivo “immobiliare”?
Un sito internet che rispetti determinati “standard di qualità” lo è sia che si tratti si scarpe che di “immobiliare”.

Allora perché questa precisazione?

Se avessi intitolato l’articolo “siti internet” molto probabilmente tu che sei un professionista dell’immobiliare non staresti leggendo questa pagina. Il titolo ha catturato il tuo interesse.
L’aggettivo “immobiliare” ti ha identificato. Tu non hai bisogno di un sito internet, hai bisogno di informazioni sulle caratteristiche di un sito specifico per la tua professione!
Pensate a questo semplice esempio quando volete comunicare al vostro target. Offrite risposte alle loro domande.

Poi c’è un ulteriore aspetto: indicizzazione sui motori di ricerca!

Qui comincia il bello ed il chiarimento ad uno dei più grandi equivoci e dubbi della storia di un neofita di internet: “un sito ben indicizzato”.
Quante volte lo avrai sentito dire, letto o pronunciato voi stessi?

Utilizzando un titolo “siti internet immobiliari” ho anche dato in pasto a Google (ed a tutti gli altri motori di ricerca) un’informazione importantissima. Non parlo di siti, ma di siti per l’immobiliare.
Quando Google con il suo spider visiterà anche questa pagina, capirà che c’è uno stretto legame fra il titolo di questa pagina ed il “contenuto” della stessa. Se con quel titolo avessi parlato di pneumatici per auto sportive, Google avrebbe subito capito che la mia pagina non valeva la pena “archiviarla”.
Già, perché uno dei servizi che Google vuol offrire con il suo motore di ricerca è fornire risposte puntuali alle “domande” fatte dai suoi utenti. (le richerche!)

Capito l’importanza del titolo? Ma non solo, anche l’importanza di un contenuto di qualità!
(Ci torneremo su questo concetto chiave! Un passo alla volta)

Quindi ritorniamo sul concetto di “indicizzazione”. Google ha capito il valore che potrebbe avere potenzialmente la mia pagina nel fornire risposte di qualità a colui che ha effettuato ad esempio una ricerca “caratteristiche fondamentali di un sito internet immobiliare”.
Quindi archivia la mia pagina. La mette all’interno del suo ricchissimo database pronto ad indicarla come possibile risposta a chi effettua una ricerca attinente con questa pagina.

E’ stata indicizzata, olè! E’ nel database di Google, evviva!
Se vuoi sapere quante pagine del tuo sito sono indicizzate nel database di Google è semplicissimo.
Vai sulla home page di Google e digita una sintassi simile a questa: “site:coachimmobiliare.it”
(sostituisci “coachimmobiliare.it” con il nome del tuo sito senza il suffisso “www.”)

conoscere numero pagine indicizzate su coachimmobiliare

Bene, ho scoperto che Google ha 214 pagine indicizzate del mio sito mentre sto scrivendo. (praticamente ha indicizzato tutto tranne questo articolo che devo ancora pubblicare).
A questo punto posso affermare che CoachImmobiliare.it è “un sito ben indicizzato”. Yhaooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!

Un momento, ma cosa significa?

NULLA!

 

Questo è il minimo sindacale che dovete attendervi come risultato dal vostro sito internet.
Se non c’è questo avrete la garanzia che non avrete speranze, è tutto sbagliato, non andrete da nessuna parte!
Se c’è questo avrete qualche probabilità che in una qualche ricerca, parola chiave o combinazione di esse Google suggerisca agli utenti che hanno effettuato una ricerca, la vostra pagina!
Ossia, comparire nella famosa “prima pagina di Google”, nelle famigerate SERP (Search Engine Result Page si indica semplicemente la pagina dei risultati di un motore di ricerca in base ad una parola chiave specificata. La posizione di un link all’ interno di una SERP sta ad indicare la rilevanza che un motore di ricerca dà al documento corrispondente al link in base alla parola chiave ricercata.)

Problema comune per molte agenzie immobiliari, infatti, è possedere anche migliaia di annunci all’interno del proprio sito, ma averne solo una parte indicizzata… o nulla!

Come risolvere il problema?

Se il tuo sito immobiliare non compare ancora sui risultati di ricerca, non preoccuparti, a breve imparerai come farti conoscere dai maggiori motori di ricerca in pochissimo tempo.

Al contrario di quello che molti pensano,
essere indicizzati dai motori di ricerca è un a “pratica” piuttosto semplice
. Il problema fondamentale è il tempo che si impiega per essere presente all’interno dei loro database.

Con alcuni semplici click (e in una manciata di secondi) puoi segnalare l’ Url (Uniform Resource Locator) del tuo sito web a Google: il suo spider (Googlebot) analizzerà la tua pagina principale andando alla ricerca di informazioni che verranno successivamente memorizzate: vai a questa pagina http://www.google.it/add_url.html

come segnalare l'url del tuo sito a google


Peccato che l’indicizzazione potrebbe avvenire anche dopo diversi mesi e nessuno vieta che Google “decida” anche di non attivare il suo spider per la tua pagina web.

Ma allora, cosa bisogna fare per ridurre i tempi?

Puoi diventare giornalista per un giorno.
Uno dei metodi più semplici e rapidi per ottenere un’indicizzazione (alla fast & furious) è di scrivere un articolo che parli della tua agenzia e dei tuoi servizi. Alla fine dell’articolo dovrai magari inserire una descrizione dell’autore e un link che porta direttamente alla home page del tuo sito internet.

Se non hai tempo (o voglia) però di scrivere un articolo non disperarti. Puoi anche scegliere di creare un comunicato stampa (sicuramente più semplice e meno impegnativo).

In rete esistono diversi servizi (anche completamente gratuiti) che ti consentono di pubblicare i tuoi comunicati su portali che raccolgono tali informazioni.

Grazie alla loro alta popolarità, gli spider dei vari motori di ricerca li analizzano molto spesso (ogni 12/24 ore). Avere quindi un documento che linka alla tua pagina significherà essere indicizzato in un batter d’occhio (o quasi).

Ecco dei link utili per la pubblicazione dei tuoi comunicati. Alcuni sono gratuiti altri a pagamento. Cito alcuni da me utilizzati che mi hanno fornito buoni risultati.

  • http://www.comunicati-stampa.net/
  • http://www.ufficio-stampa.eu
  • http://www.informazione.it/
  • http://www.corriereinformazione.it
  • http://www.casa-x.it

Il segreto quindi è fare in modo che dei contenuti “interessanti” specifici per il tuo settore contengano un link alla tua pagina, siano presenti su siti “famosi”.

Prima dei contenuti, ecco alcune tecniche SEO (Search Engine Optimization)

Vediamo come sfruttare alcuni accorgimenti per migliorare il posizionamento (e quindi la visibilità) del tuo sito internet aziendale.

Assegnare ad ogni pagina un titolo con parole chiavi specifiche.
In ogni sito internet ciascuna pagina ha un parametro detto <title> (titolo).
Il titolo identifica appunto la pagina e permette ai motori di ricerca di ottenere una “rapida” descrizione.

Ciascuna pagina dovrebbe avere un titolo diverso e che contenga parole chiave specifiche.
Se si tratta ad esempio della home page dovrebbe contenere parole che identificano bene la nostra attività: “ Agenzia Immobiliare xxxxx – Agenzia Immobiliare in Centro a Bologna – Consulenza Immobiliare compravendite e affitti”
(E’ un puro esempio scolastico, ma non troppo :))

Questo sarà utile perché le parole chiave contenute nel titolo favoriranno il posizionamento e il titolo stesso comparirà nei risultati di ricerca (utile quindi all’utente che sarà portato a cliccare).

Utilizzo del sitemap all’interno del sito.
La creazione e l’utilizzo del sitemap (la mappa di navigazione del sito che trovi spesso a fine pagina) è molto utile ai motori di ricerca per indicizzare i tuoi contenuti definendone le giuste priorità.

L’ideale sarebbe fare uso di due sitemap per il tuo sito: uno progettato e pensato per i motori di ricerca (un file XML per esempio) e l’altro pensato per gli utenti (quello che chiamiamo archivio).
Lo so, stiamo entrando molto nel tecnico. Proveremo a fare chiarezza, ma voi parlatene con la vostra webagency.

E ora apriamo un altro capitolo importantissimo! La qualità dei contenuti!

Cosa significa contenuto di qualità?

contenuti di qualità per l'immobiliare

Ti spiego tutto nel prossimo articolo, lo sto già scrivendo.
Non voglio confonderti le idee con tantissimi concetti. Spero che ti sia già chiarito questo importantissimo aspetto inerente l’indicizzazione.
E’ un errore molto comune: essere indicizzato non significa nulla se poi non appari nelle SERP per una qualche combinazione di parole chiave che sia attinente con il tuo business.
Ci sono componenti tecniche propedeutiche che vanno assolutamente discusse e condivise con la vostra webagency e componenti qualitative. I vostri contenuti.
In parole povere: ciò che pubblicate.

Se ti interessano le nostre pubblicazioni seguici sulla nostra fan page per restare aggiornato.

www.facebook.com/CoachImmobiliare.it
Segui CoachImmobiliare su Facebook

4 Comments

Alfonso

about 4 anni ago

bravo, ottimo articolo pieno di contenuti,non ho capito tutto perchè sono un neofita ma la maggior parte delle spiegazioni sono giunte a destinazione.

Rispondi

Simona

about 4 anni ago

Ottimo articolo! Bravo bravo!

Rispondi

admin

about 4 anni ago

Grazie Simona,
sono sempre utili i feedback.

Spero che sia di facile lettura e comprensione.
Non perderti il sequel... ;-)

Rispondi

Leave a Comment

Please be polite. We appreciate that.
Your email address will not be published and required fields are marked


*

code